Linee Storiche Archivi di Storia Locale
Arte, architettura, fotografia - Archeologia - Documenti - Statuti - Indagini storiche, sociali ed economiche - Saggi, studi e ricerche sul territorio - Attualità - Costume - Moda

FRANCO BURRESI
MAURO MINGHI

Poggibonsi
tra ‘800 e ‘900

€ 15,00
ISBN 978-88-95798-76-9

BURRESI F., Ricordi di un passato prossimo,
Attraverso una rete di ricordi e un repertorio di immagini il libro tenta di ricostruire quella che era la vita quotidiana di un passato non molto lontano.

Prezzo € 10,00. 2013
ISBN 978-88-95798-60-8
Miscellanea Storica Senese

3 volumi in cofanetto cartonati e corredati anche da una cartellina contenente 9 tavole
A cura della Cassa di Mutua Assistenza fra il Personale del Monte dei Paschi di Siena
Lalli Editore, pp. 1260. Edizione fuori commercio

Allegri F. - Galgani R., Storia di Certaldo dalle origini al 1799

Pag. 248; 27 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a 4 colori. Prezzo €20,66. 1991.

Allegri F. - Galgani R., Storia di Certaldo dall'UnitÓ alla resistenza

Pag. 406; 67 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a 4 colori. Prezzo €20,66. 1992.

Allegri F. - Tosi P., Certaldo. Immagini nella memoria

Pag. 204; 100 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a 4 colori. Prezzo €18,08. 1994.

Bini N., Empoli 10 giugno 1940

Pag. 264; formato: cm 21x28; 170 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a 4 colori. Prezzo €18,08. 1991.

Bini N., Empoli. Il giorno di Santo Stefano

Pag. 176; formato: cm 21x28; 90 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata. Prezzo €20,66. 1993.

Biscarini C. - Del Zanna F., Poggibonsi 1943-1944

Pag. 144; formato: cm 24x30,5; 119 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata. Prezzo €20,66. 1993.

Ciampoltrini G. - Abela E., La "Piazza del Comune" di Castel franco di Sotto a cura del Comune di Castelfranco di Sotto

Pag. 176; formato: cm 21x28; 8 ill. a colori; 75 ill. bianconero; copertina plastificata a colori. Prezzo €15,49. 1998.

Grappa C., Gente sabina. Storia dei paesi della provincia di Rieti

Pag. 192; formato: cm 17x24; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a colori. Prezzo € 18,08. 1994.

Pucci S., Una comunitÓ della Valdelsa nel Medioevo: Poggibonsi e il suo statuto del 1332

Pag. 244; formato: cm 17x24; ed. cartonata; sovraccoperta a colori. Prezzo € 20,66. 1995.

Ravenni M.G., Poggibonsi nel basso Medioevo. Genesi di un territorio

Pag. 260; formato: cm 17x24; 120 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a colori. Prezzo €20,66. 1994.

Romagnuolo F., Piccoli musei d'Italia

Pag. 432; formato: cm 17x24; 162 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a colori. Prezzo €23,24. 1994.

Santoni I., La trib¨ dispersa. Amiata e Maremma. I nonni si raccontano

Pag. 296; formato: cm 17x24; 76 ill. bianconero; ed. cartonata; sovraccoperta plastificata a colori. Prezzo €23,24. 1995.

Sesto Fiorentino. Immagini ritrovate

Pag. 128; formato: cm 25,5x24; 107 ill. bianconero; copertina plastificata opaca a due colori. Prezzo €18,08. 1996.

Razzi R., Via delle Romite in San Gimignano, uno spedale, un convento

Pag. 144; formato: cm 17x24; 30 ill. bianconero; copertina plastificata a colori.
Prezzo €16,50. 2005.


La vasta ricognizione documentaria permette all'Autore di tornare sullo sviluppo urbano di San Gimignano tra la prima e la seconda cinta muraria e su via delle Romite come possibile alternativa al più noto e centrale percorso cittadino della via Francigena. In ciò incoraggiato dall'ubicazione in questa strada dallo Spedale di Donna Nobile, da annoverare tra la diecina circa di enti assistenziali la cui presenza, nel basso Medioevo, conferma il ruolo viario di San Gimignano e tra i quali emerse, per importanza e notorietà, quello di Santa Fina, sopravvissuto in pratica fino ai nostri giorni. E proprio alle origini dello Spedale fondato nel 1283 da Donna Nobile, vedova di Bonagiunta di Ruffinello, viene dedicato un ampio paragrafo del lavoro, con grande ricchezza di riferimenti.

Italo Moretti

Docente di Storia dell'Architettura
presso l'Università degli Studi di Siena


Giovetti F., La costruzione del volto medievale di
San Gimignano dal 1864 al 1940
.

Pag. 252; formato: cm 22x22; 127 tavole; copertina a colori.
Prezzo €20,00. 2006.

Presenta
LA COSTRUZIONE
DEL VOLTO MEDIEVALE DI
SAN GIMIGNANO
DAL 1864 AL 1940

di
Fiammetta Giovetti

Vincitrice della prima edizione di
"Ori di Valdelsa"

La ricerca si è prefissa lo scopo di tracciare e descrivere le trasformazioni che tra Ottocento e Novecento hanno interessato il patrimonio architettonico di San Gimignano, una città che ancora oggi viene presentata e venduta al turismo mondiale come immutato "sogno" del Medioevo proprio grazie all'unicità delle immagini che offre. Ma è sufficiente scorrere le numerose fotografie d'epoca, eseguite da Lombardi, Alinari, Logi, per rendersi conto della portata che il restauro architettonico ebbe a San Gimignano. Aggiungiamo però che è cosa ben diversa lo scorrere delle fotografie e fare dei confronti con la realtà attuale, dal cercare di costruire un supporto documentario ai restauri condotti. Supporto che, attraverso, date e nomi, ci consente di tratteggiarne la storia e inserire i singoli interventi in un panorama più ampio.

Migliorini T. “che sia riportato nell’antico suo lustro”
Storia e analisi per il restauro della Cappella di Santa Fina
nella Collegiata di San Gimignano:

f.to 22x22, pag. 300 € 20,00, 2008


Collocata nel cuore della chiesa più importante della città, la cappella di Santa Fina non è una comune cappella privata, ma è l’espressione di tutta la comunità sangimignanese. Questa cappella “di stato” fu voluta dalle massime autorità politiche ed ecclesiastiche locali per assecondare la spiritualità della popolazione sangimignanese, che aveva riversato ogni energia nel culto di una propria concittadina, morta ancora bambina. Per la sua glorificazione, ma anche per dare lustro alla Terra a cui la piccola beata apparteneva, furono adottate le forme più ricche che l’arte del tempo potesse esprimere, chiamando importanti artisti fiorentini, come i fratelli Giuliano e Benedetto da Maiano ed il Ghirlandaio. Inserita in un ampio progetto di trasformazione della Collegiata secondo i canoni quattrocenteschi, la cappella di Santa Fina è uno dei più chiari esempi del Rinascimento fiorentino. (tratto dal primo capitolo)